Sinossi

Luciano è un pescivendolo napoletano che per integrare i suoi guadagni si arrangia facendo piccole truffe insieme alla moglie Maria. Grazie a una naturale simpatia, Luciano non perde occasione per esibirsi davanti ai clienti della pescheria e ai numerosi parenti. Un giorno, spinto dai familiari, partecipa a un provino per entrare nella casa del Grande Fratello. Da quel momento la sua percezione della realtà non sarà più la stessa.



locandina reality

  1. Durata 115’
  • Dati Tecnici
  • RegiaMatteo Garrone
  • SoggettoMatteo Garrone
    Massimo Gaudioso
  • SceneggiaturaMaurizio Braucci  Ugo Chiti 
    Matteo Garrone  Massimo Gaudioso
  • Direttore della FotografiaMarco Onorato
  • MusicaAlexandre Desplat
  • ScenografiaPaolo Bonfini
  • CostumiMaurizio Millenotti
  • SuonoMaricetta Lombardo
  • Organizzatore GeneraleGian Luca Chiaretti
  • Aiuto RegistaPaolo Trotta
  • MontaggioMarco Spoletini
  • Prodotto daDomenico Procacci e Matteo Garrone
  • Co-Prodotto daJean Labadie
  • Una Co-ProduzioneArchimede
    Fandango  Le Pacte  Garance Capital
  • conRai Cinema
  • Distribuito da01 Distribution
  • Cast artistico
  • Aniello ArenaLuciano
  • Loredana SimioliMaria
  • Nando PaoneMichele
  • Graziella MarinaMamma Luciano
  • Nello IorioMassimone
  • Nunzia SchianoZia Nunzia
  • Rosaria D’ursoZia Rosaria
  • Giuseppina CervizziGiusy
  • Claudia GeriniPresentatrice Gf
  • Raffaele FerranteEnzo
  • Paola MinaccioniCliente Romana
  • Ciro PetroneBarista
  • Salvatore MisticoneCalzolaio
  • Vincenzo RiccioVincenzo
  • Martina GraziusoMartina
  • Alessandra ScognamilloAlessandra

Premi e riconoscimenti


  • 2013 - David di Donatello
    Fotografia MARCO ONORATO - Trucco DALIA COLLI - Acconciature DANIELA TARTARI

  • 2013 - Nastri d'argento
    Soggetto MASSIMO GAUDIOSO  MATTEO GARRONE - Attore protagonista ANIELLO ARENA - Costumi MAURIZIO MILLENOTTI

  • 2013 - Ciak d'oro
    Fotografia MARCO ONORATO - Scenografia PAOLO BONFINI - Costumi MAURIZIO MILLENOTTI

  • 2012 - Festival di Cannes
    Grand Prix Speciale della Giuria MATTEO GARRONE

Note di regia

Dopo Gomorra volevo fare un film diverso, cambiare registro e così ho provato a fare una commedia. Il film nasce da una storia semplice, documentata, che abbiamo trasfigurato per fare una riflessione su un paesaggio contemporaneo; un viaggio attraverso un Paese. Un percorso fatto di sogni e attese di questi sogni, che si sviluppa su due piani: uno esterno, geografico e l’altro interno, psicologico. Due piani che sono fortemente connessi fra loro, infatti è proprio quel tipo di paesaggio culturale a generare i personaggi che animano la nostra storia.
Reality è un film sulla percezione del reale, la storia di un uomo che esce dalla realtà ed entra nel proprio immaginario. Ho sempre pensato a Luciano, il protagonista del film, come ad un moderno Pinocchio, un personaggio con un’innocenza e un candore infantili. Infatti, filmandolo, l’ho seguito come se stesse vivendo un’avventura fantastica. Durante le riprese ero di continuo alla ricerca di quel sottile equilibrio tra realtà e sogno, ricercando anche dal punto di vista figurativo una dimensione favolistica, una sorta di “realismo magico”.